«Purtroppo io posso dire solo tre cose, perché se dovessi dire tutto ciò che ho passato, tutto ciò che ho visto… Non ne parlo mai perché fa male a me stesso. Quando vado per le scuole non racconto tutto, racconto solo queste tre cose. Un giorno il comandante di Mauthausen portò il figlio che compiva diciotto anni, prese quaranta deportati li mise sul muro del pianto, prese la sua rivoltella e la mise in mano al figlio: il figlio uno per uno li giustiziò, per far vedere che lui era un uomo, non noi. La seconda cosa che racconto è questa: un giorno entrò uno delle SS si voltò e vide un gruppetto di bambini, dai tre anni e mezzo ai sei, si soffermò a guardare poi prese il più piccolo, si mise a giocare un po’, poi con tutta la sua forza lo buttò sui fili spinati. Quel bambino è rimasto appiccicato lì, “che cosa ha fatto di male quel bambino?”. Un’altra volta entrò uno delle SS ubriaco, cominciò a sparare, dopo pochi secondi cadde ubriaco, ne uccise quattrocento.

Queste sono le tre cose che io racconto, altro non posso e non voglio dire perché sono cose che mi sono rimaste impresse, sono passati cinquantasette anni e mi pare di essere rimasto sempre lì. Io adesso ho parlato con voi, mi avete interrogato, io questa notte non dormo perché mi viene in mente ciò che ho detto, molte notti io mi sveglio e mi pare di stare lì». [Testimonianza di Mario Limentani, sopravvissuto alla shoà]

Per iscriversi online è necessario registrarsi e ottenere le credenziali di accesso. Dalle 09:00 del 27 dicembre i genitori (o chi esercita la responsabilità genitoriale) potranno accedere alla registrazione.

Dalle 08:00 del 7 gennaio e fino alle 20:00 del 31 gennaio 2020 saranno aperte le iscrizioni alle classi prime.

I link per la registrazione e la successiva iscrizione sono disponibili a questa pagina…

I codici della nostra scuola:

• Indirizzo Classico (Leopardi) – PNPC00101B

• Indirizzo Scientifico o Scienze umane (Majorana) – PNPS00101E

Durante il mese di gennaio tutte le classi terze dell’istituto hanno effettuato un’uscita didattica a Padova per visitare il MusME (Museo di storia della Medicina) il quale rivoluziona il concetto di museo scientifico, coniugando storia e tecnologia e raccontando, con linguaggio rigoroso ma accattivante, il percorso della Medicina da disciplina antica a scienza moderna. 

Gli studenti hanno anche potuto visitare la mostra Io Vivo Sano – Alimentazione e DNA, allestita negli spazi del museo dalla Fondazione Veronesi, apprendendo come il cibo interagisca con il nostro DNA e come il nostro patrimonio genetico determini il modo in cui traiamo nutrimento dagli alimenti che mangiamo. L’uscita si è conclusa con un affascinante percorso all’interno dell’Orto Botanico, il più antico d’Europa, dove sono stati approfonditi aspetti botanici e di biodiversità sostando in particolare presso alcune delle 2.700 specie presenti.

Sabato 18 gennaio si è concluso il Progetto “Pietre d’inciampo” promosso dal Liceo Leopardi-Majorana, in collaborazione con l’ANPI di Pordenone e con il Circolo della Stampa cittadino, e che ha portato alla posa di 7 Pietre d’Inciampo nella città di Pordenone. 

» Rassegna stampa…

Leggi gli articoli tratti da Il Messaggero Veneto, Il Gazzettino, Il Popolo…

 

» Foto dell’evento…

» Video telegiornali locali….

Il 17 gennaio si è svolta anche al Leopardi-Majorana, in contemporanea con altri licei d’Italia, “La notte nazionale del Liceo classico”.

 

Qui l’articolo del Messaggero Veneto…

 

Le foto della serata…

 

I video tratti dal telegiornale “Il Tredici”…

Prossimi appuntamenti con le conferenze “La storia dimenticata”:

 

• GIOVEDI’ 30/1, ore 14.00-16.00 Prof. Casella: “Genti ed ideologie nei Balcani: i Domobranci“;
• VENERDI’ 31/1, ore 14.00-16.00 Prof. Riva: “La situazione attuale nei Balcani”.

Aula Multimediale sede centrale.

Ultime notizie